23 settembre 1943: il sacrificio di Salvo D’Acquisto

Salvo D'Acquisto

Salvo D’Acquisto

Stipulato l’armistizio, nel clima vergognoso del si salvi chi può, mentre il Re ed il governo – senza neanche degnarsi di impartire le disposizioni necessarie ai reparti dell’esercito ancora efficienti e in grado di fronteggiare i nemici – abbandonavano precipitosamente la capitale per riparare a Brindisi, sotto la protezione degli alleati che, nel frattempo, erano appena sbarcati in Puglia. I tedeschi – a loro volta – su precise disposizoni di Hitler, facevano scattare l’operazione Achse che prevedeva la neutralizzazione delle forze armate italiane e l’occupazione sistematica di tutta la penisola. La loro sete di vendetta, infatti, non conobbe limiti al punto che lasciarono dietro di sé una lunga scia di sangue.

Per continuare a leggere l’articolo clicca qui

© Giovanni Preziosi, 2016
La riproduzione degli articoli pubblicati in questo Blog richiede il permesso espresso dell’Autore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...